Copy
La mia vita è il mio messaggio. (M. K. Gandhi)
Visualizza questa mail sul web
newsletter del
Centro Studi
Sereno Regis
Torino

riflessioni e approfondimenti

n. 10/2017
venerdì 17 marzo
Share
Tweet
Forward
+1
Share
Pin
NON BULL-ARTI DI ME KIDS
Abbiamo bisogno del tuo sostegno... 
pochi click, a cominciare da quello sull'immagine, per votare il nostro progetto!
SUL SITO AVIVA COMMUNITY FUND
Una teoria strutturale sull’invecchiamento | Johan Galtung
 

Wikipedia ha molto da offrire alla voce “invecchiamento”. Si raccomandano molto i 10 punti dell’uomo più vecchio al mondo, al momento del decesso avvenuto nel 2011, il 114enne Walter Breuning . Comunque i più anziani, come me che ho 86 anni, conoscono al meglio il proprio processo d’invecchiamento. Meno guai con lo “stress ossidante” quale causa principale, usando da decenni anti-ossidanti basati sulla buccia di mirtillo – niente chimica. 20.000 cellule staminali ematiche mi rinnovano il sangue, ma stanno morendo: problematico.

leggi tutto
Ricerca, educ-azione, azione | Cinzia Picchioni

Queste tre sono le parole che da anni “conducono” l’attività del Centro Studi Sereno Regis di Torino. Sulla “trilogia” sono basate molte altre “cose”, tra cui lo yoga, millenaria disciplina che pratico e insegno da trent’anni. “Lo yoga ha un messaggio per il corpo umano, ha un messaggio per la mente e ha un messaggio per lo spirito” [Swami Kuvalayananda], ancora una volta una triarticolazione.

leggi tutto
La contadina che ha resistito al presidente del Nicaragua | José Adán Silva

La battaglia impari che la piccola contadina Francisca Ramírez sta conducendo contro il governo nicaraguense di Daniel Ortega è diventata così famosa che si sta richiedendo la sua sicurezza e i suoi diritti dal cuore politico dell’Europa. Chi è lei e perché il parlamento Europeo ha ordinato al Nicaragua il 16 febbraio di proteggerne la vita e i diritti...
 

leggi tutto
La Campagna “Un’altra difesa è possibile” alla Commissione Difesa: mettete in calendario la legge su difesa civile e nonviolenta

Un importante momento di confronto con le istituzioni e la politica, nel quale i rappresentanti delle Reti promotrici di “Un’altra difesa è possibile” hanno chiesto con forza la calendarizzazione della legge...

leggi tutto
“Anno del Karma” e conflitti in corso | Johan Galtung

Un mondo instabile: analisi, previsioni, soluzioni. Prendete gli attuali gravi conflitti nel nostro mondo instabile e andate indietro nel tempo, coadiuvati da una conversazione con le parti coinvolte su “quando è andato storto”.
E’ probabile che un anno sia preminente.
 

leggi tutto
Hawaii: Scienza, Religione e Spiritualità a Mauna Kea – Il Telescopio di trenta metri | Millicent Cummings

Con una spesa prevista di 1,4 miliardi di $, il progetto di Telescopio da Trenta Metri (TMT: Thirty Meter Telescope) solleva ben più di una questione. Con grande disappunto di tanti nativi hawaiani, ambientalisti e sostenitori in tutto il mondo, la condizione di Mauna Kea è ben triste.

 

leggi tutto
Contro la democrazia dei dotti | Robin Piazzo

Bisogna concedere qualcosa a quelli che, nascondendosi dietro lo scherzo oppure avendo il coraggio delle proprie parole, se la prendono col suffragio universale: almeno in Italia, sembra che ci siano correlazioni tra scelta elettorale e livello di istruzione. 

 

leggi tutto
Dio odia le donne | Silvia Berruto intervista Giuliana Sgrena

STORIE è la sezione dedicata a cinque narrazioni che invitano a riflettere su violenza e nonviolenza, resistenze, pace e guerre. La proposta è inserita nello spazio Espace memoria, all’Espace Populaire di Aosta (Italy), dove è nato 10 anni fa il progetto...

leggi tutto
Bosnia ed Erzegovina – Due decenni dopo Dayton | Maja Halilovic-Pastuovic

Sono passati vent’anni dall’Accordo di pace di Dayton e la Bosnia ed Erzegovina, oggi a un passo dall’ingresso nell’Unione Europea, ha lavorato molto per lasciarsi alle spalle un passato sanguinoso e conflittuale. La guerra in Bosnia è stata la più letale nella storia dell’Europa moderna, nonché il primo caso di genocidio nel continente dalla seconda guerra mondiale.

leggi tutto
La coscienza planetaria | Laura Tussi

Il mondo vive continui e nuovi processi storici che stanno trasformando il nostro macrosistema. Le donne e gli uomini sono connessi e interdipendenti e rafforzano in tal modo una coscienza planetaria che unisce i cittadini della terra in un’unica comunità di origine e di destino...
 

leggi tutto
La diaspora palestinese crea un nuovo organismo politico | Ali Younes

Istanbul, Turchia. Dopo due giorni di incontri qui, gli organizzatori del congresso palestinese all’estero hanno istituito un nuovo organismo politico per rappresentare le comunità della diaspora palestinese e lottare per diritti migliori ai palestinesi.

leggi tutto

Novità in biblioteca

SerenoRegisTV

Gli occhiali di Nanni | Convegno in memoria di Nanni Salio | sabato 4 febbraio 2016

Rassegna stampa

Israele, va bene, hai vinto
Barbara Bertoncin intervista Jeff Halper


All’indomani della cosiddetta legge furto, approvata dal parlamento israeliano, sembrano ormai venute meno le condizioni per una soluzione a due stati; il rischio di uno scenario in cui Israele si annette l’area C, si proclama lo stato palestinese a Gaza e il resto della Cisgiordania diventa un protettorato internazionale; l’unica alternativa: uno stato binazionale e democratico, dove i popoli di entrambe le nazioni si possano sentire a casa e al sicuro.
Donne e rifugiate: dal paese di origine a quello di arrivo, più esposte a violenze e abusi

Di 65.3 milioni di persone costrette ad abbandonare la propria casa a causa di persecuzioni e conflitti, circa la metà è rappresentata da donne e bambine. Più esposte in alcune società ad abusi e discriminazioni, sono troppo spesso vittime di violenza e sfruttamento nei paesi di origine, durante il viaggio e persino negli stati che le accolgono.

leggi tutto>>


Il buio della ragione alimenterà il razzismo

Centri di selezione e controllo” in Africa per gestire la crisi dei migranti: sarebbe questo l’obiettivo di un incontro che il Ministro dell’Interno ha annunciato per i prossimi giorni a Roma con alcuni partner europei in un’intervista rilasciata ieri al Corriere della Sera. Da chi dovrebbero essere gestiti non è ancora chiaro.

leggi tutto>>


Tutti da Banksy sabato sera
di Paola Caridi

E così Banksy ha deciso di investire i suoi soldi in una delle città più strangolate del mondo, di quelle che non è per niente facile raggiungere, per i turisti di tutto il mondo. Banksy, però, è un artista che riesce sempre a stupire, e dunque l’apertura del suo Walled Off Hotel è riuscita a fare il giro del mondo. Mai, infatti, notizia sul Muro di separazione a Betlemme costruito da Israele aveva suscitato così tanto clamore. A dire il vero, neanche le notizie più crude, più violente, erano riuscite a superare la cortina di indifferenza su una barriera di cemento armato che nella sua stessa essenza architettonica è una vergogna. Uno scandalo di cui nessuno vuole parlare, nemmeno nei tempi di Trump e della vergogna del muro lungo il confine col Messico.

leggi tutto>>


GAZA. Rachel Corrie e i diritti umani violati
di Rosa Schiano

Roma, 17 marzo 2017, Nena News – “Sono a Rafah. Una città di 140mila persone, il 60% delle quali sono profughi – molti già due o tre volte. Al momento, l’esercito israeliano sta costruendo un muro alto dodici metri tra Rafah e il confine. 602 case sono state completamente rase al suolo dai bulldozer e il numero di quelle parzialmente distrutte è ancora più alto. […] La presenza di noi volontari internazionali oscilla tra le cinque e le sei persone. C’è la richiesta di una presenza notturna costante per fare la guardia a un pozzo nella periferia di Rafah, visto che i due pozzi più grandi sono stati distrutti la settimana scorsa”, scriveva nel suo diario* Rachel Corrie nel febbraio del 2003, a due settimane dal suo arrivo in Palestina.

leggi tutto>>


Il governo sceglie la strada del populismo penale
di Claudio Paterniti Martello 

Il decreto Minniti, approvato ieri alla Camera e che di qui a breve sarà convertito in legge, propone un’idea di sicurezza secondo cui la marginalità sociale presente nello spazio pubblico deturpa il «decoro», disturba la «quiete pubblica» e attenta alla «moralità». Di conseguenza, contro elemosinanti, clochard, venditori abusivi e consimili si decide di abbattere una scure di sanzioni molto aspre. Il provvedimento rilancia lo spirito del decreto Maroni del 2008, quando in nome di una guerra senza quartiere ai marginali d’ogni risma si tirarono fuori i sindaci sceriffi.

leggi tutto>>


Il paradosso dell'animalità
di Emilio Maggio

Scrivere sull’animale è sempre problematico, soprattutto quando si ha a che fare con una parola che genera equivoci e conseguenze generalmente sottovalutate dagli ambiti scientifici che hanno come oggetto elettivo delle loro ricerche il vivente animale. L’etologia, la biologia, la zoologia con le sue dirette emanazioni zootecniche tendono a promuovere un discorso che istituisce una presa biopolitica sull’altro animale.

leggi tutto>>

 

Copyright © 2017 Centro Studi Sereno Regis, All rights reserved.


Want to change how you receive these emails?
You can update your preferences or unsubscribe from this list

Email Marketing Powered by Mailchimp