Copy
La mia vita è il mio messaggio. (M. K. Gandhi)
Visualizza questa mail sul web
newsletter del
Centro Studi
Sereno Regis
Torino

riflessioni e approfondimenti

n. 42/2016
sabato 26 novembre
Share
Tweet
Forward
+1
Share
Pin
Discutiamo del futuro: un saggio sul tempo | Johan Galtung

L’Occidente, e le scienze occidentali in particolare, hanno un modo peculiare di concettualizzare il tempo; derivato da due millenni di cristianesimo. Così, nelle civiltà dell’induismo e del buddhismo, in Cina e Giappone fra le altre, il tempo scorre da eternità a eternità. In Occidente (e analogamente nell’Islam), c’è un Inizio (Creazione per i religiosi, Big Bang per i non religiosi), e una Fine, il Tempo Finale (Armageddon per i religiosi, entropia, morte, etc. per gli altri).
leggi tutto
Una strategia nonviolenta per la liberazione della Siria | Robert J. Burrowes

16 Novembre 2016 – All’inizio del 2011, mentre le Primavere Arabe si diffondevano nel Nord Africa e nel Medio Oriente, in Siria, sottoposta alla legge marziale dal 1963, piccoli gruppi di attivisti nonviolenti iniziarono a protestare contro la dittatura brutale di Bashar al-Assad...

leggi tutto
Una imponente perdita di petrolio da un pozzo nel Nord Dakota dimostra che i Nativi Americani hanno ragione a opporsi alla costruzione illegale dell’oleodotto sui loro territori | Jeremiah Jones

State ancora chiedendovi come mai così tanta gente appoggia coloro che protestano contro l’oleodotto (i protettori #NoDAPL )? Questo sversamento è parte dei motivi...

leggi tutto
Sta terra tanto amata

Sta terra tanto amata
e’ na terra maltrattata,
dagli ebrei colonizzata
ma mai abbandonata.
I palestinesi che la vivono
so coscienti dell’antidoto,
e co’ forza e resilienza
resistono alla violenza

leggi tutto
L’anno della paura | Fabio Poletto

Il 14 novembre al Centro studi Piero Gobetti si è tenuto l’interessante incontro “L’anno della paura” a cura di Diego Guzzi, esperto di politica francese. La data dell’evento non è casuale: esattamente un anno e un giorno da oggi si consumava l’orribile strage del Bataclan a Parigi, che fece circa 500 tra morti e feriti.

leggi tutto
Con Pinotti-Renzi tornano a crescere le spese militari

Viene sonoramente smentita la ministra della Difesa Roberta Pinotti: la spesa militare dell’Italia non è affatto diminuita, come lei ha detto a più riprese con disappunto. La spesa per armi e soldati negli ultimi due anni, cioè con lei, ha ripreso ad aumentare...

leggi tutto
Il cambiamento climatico è un furto inter-generazionale. Per questo motivo mio figlio partecipa a questa storia | Naomi Klein

Il breve film che ho girato con la collaborazione del giornale The Guardian ha come protagonista mio figlio Toma, che ha quattro anni e cinque mesi. Sono un po’ restia a parlarne perché fino ad ora mio marito Avi e io siamo stati molto attenti a proteggerlo dalla curiosità del pubblico.

leggi tutto

Il Centro Studi Sereno Regis appoggia la campagna BDS contro HP come mezzo di resistenza nonviolenta per contrastare l’occupazione dei territori palestinesi e la condizione di stallo in cui si trova ogni tentativo di portare a termine un reale processo di pace . Il costante sviluppo degli insediamenti israeliani in questi territori evidenzia, infatti, l’indisponibilità del governo israeliano a rispettare le risoluzioni delle Nazioni Unite per rendere possibile una soluzione negoziata ed equa del conflitto e la pacifica convivenza di tutte le comunità presenti nell’area.

Petition: Boycott HP, Technology of Israeli Apartheid!

Nuovi libri in biblioteca

Pillole di semplicità volontaria

Nostalgia antispreco (e antispecie)

Nostalgia

È quella per un film bellissimo, Pomodori verdi fritti alla fermata del treno:, tratto dal libro di Fannie Flag Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop: vi si narra la storia di un’amicizia al femminile con una delle più toccanti scene sulla morte realizzata cinematograficamente. La nostalgia è per un luogo che non c’è più, per le persone che non ci sono più, per i modi che non ci sono più.

Antispreco

Così come la protagonista del film (una straordinaria Katy Bates) trasporta nel suo presente l’altra protagonista della storia passata (Jessica Tandy), anch’io porto nel mio presente, ad ogni autunno, un po’ di quel film che tanto mi è piaciuto.

leggi tutto

SerenoRegisTV

8.11.2016 | Seminario aperto | Luciano Gallino.
Tra magistero scientifico e impegno politico 
30.09.2016Convegno Guerra e terrorismo: dove sono i nonviolenti? - I parte
L'esperienza dei corridoi umanitari
Convegno Guerra e terrorismo: dove sono i nonviolenti?
1.10.2016 | Convegno Guerra e terrorismo: dove sono i nonviolenti? - II parte
L’eredità di Nanni, le sue ricerche di alternative alla guerra:
Tavola rotonda “Invece degli interventi armati, gli interventi civili di pace”

Rassegna stampa

CLIMAFinisce a Marrakech la "Cop della (procrastin)azione"
di Marica DI Pierri

A Marrakech chiude i battenti oggi dopo 12 giorni di lavori la 22° Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. Ribattezzata ottimisticamente "la Cop dell'azione", a causa degli scarni risultati potrebbe veder mutare l'epiteto nel più realistico "Cop della (procrastin)azione". Migliaia di sherpa si sono avvicendati nella prima settimana di negoziazioni tecniche, affollando la miriade di sessioni chiamate a definire virgole di documenti che, più che essere postillati, dovrebbero trovare immediati spazi di applicazione.

                                                                                                                        leggi tutto>>


Il peso dell’aria. La svolta anti-smog serve adessodi Antonio Maria Mira

Morire di inquinamento atmosferico. Morire per un veleno impalpabile, quasi invisibile. Morire di una morte sottile, che ci fa capire il peso dell’aria nelle nostre vite. Gli inglesi lo battezzarono smog, termine coniato nel 1905, unendo le parole smoke (fumo) e fog (nebbia). Un nome che diventò sinonimo di morte nell’inverno del 1952, quando a Londra le ingenti emissioni di inquinanti e condizioni atmosferiche sfavorevoli provocarono 4mila morti e migliaia di ricoveri per crisi respiratorie.

leggi tutto>>


militari_parata

Anticipazione MIL€X2017: spese militari a 23,4 miliardi
di Enrico Piovesana

«Dobbiamo vigilare contro l’acquisizione di un’ingiustificata influenza da parte del complesso militare-industriale, sia palese che occulta. Non dobbiamo mai permettere che il peso di questa combinazione di poteri metta in pericolo le nostre libertà e processi democratici. Soltanto un popolo di cittadini allerta e consapevole può trovare un adeguato compromesso tra l’enorme macchina industriale e militare di difesa e i nostri metodi e fini pacifici, in modo che sicurezza e libertà possano prosperare assieme».

leggi tutto>>


Armi e servizio civile: 10 emendamenti di "pace" alla legge di Bilancio
Fonte: Redattore Sociale

Sono stati presentati da 13 deputati, che aderiscono anche al gruppo trasversale dei “Parlamentari per la pace”. Tra le tante cose, gli emendamenti chiedono di ridurre gli stanziamenti per i sistemi d'arma, di cancellare lo stanziamento per gli F35, l'aumento del 20% della tassa sul porto d'armi, di aumentare il fondo per il servizio civile, di rifinanziare i corpi civili di pace , ecc…
                                                                                                                              leggi tutto>>

6816088392 716648a64b bGuerre per l'acqua. E se gli abitanti di Gorino diventassero rifugiati ambientali?
di Federico Rivara

Guerre per l'acqua è un'espressione sempre più ricorrente negli ultimi anni. Il motivo è semplice: le risorse idriche hanno un limite. Questa soglia è in pericolo a causa di vari fattori tra cui la crescita demografica e le necessità agricole e industriali. L'acqua utilizzabile dall'uomo è molto meno di quello che può sembrare.

                                                                                                                          leggi tutto>>


israelburningPerchè brucia Israele ?
di Gilad Atzmon

Il paesaggio rurale di Israele è saturo di alberi di pino. Questi alberi sono una novità per la regione. Quegli alberi di pino vennero introdotti nel paesaggio palestinese nei primi anni ‘30 dal Fondo Nazionale Ebraico (JNF) nel tentativo di “rivendicare quella terra”. Nel 1935, il JNF aveva piantato 1,7 milioni di alberi su una superficie totale di 1.750 acri. In oltre cinquanta anni, il JNF ha piantato oltre 260 milioni di alberi in massima parte su terre palestinesi confiscate. Ha fatto tutto in un disperato tentativo di nascondere le rovine dei villaggi palestinesi etnicamente ripuliti e cancellarne la storia.

leggi tutto>>


Derry, quella domenica di sangue e menzogna
Riccardo Michelucci intervista Eamonn McCann

La più lunga e costosa inchiesta dell’intera storia giudiziaria britannica non è riuscita a far emergere la verità sulla Bloody Sunday, la “Domenica di sangue” di Derry del 30 gennaio 1972, e a far archiviare definitivamente la strage di civili compiuta quel giorno dall’esercito britannico. Iniziata nel 1998 e durata dodici anni, l’inchiesta condotta dal giudice Lord Saville ha contato 434 giorni di udienze in aula e oltre 2500 testimonianze per un costo totale di circa 200 milioni di sterline...

                                                                                                                               leggi tutto>>
 


Turoldo, Ravasi: non usava privilegi, una lezione per meDavid Maria Turoldo - RV
di Antonella Palermo

A pochi giorni dal centenario della nascita di David Maria Turoldo, un ricordo del sacerdote e poeta friulano che il cardinale Gianfranco Ravasi, quando era Superiore arcivescovile del Seminario di Milano, incontrava settimanalmente in Brianza, non lontano da Sotto il Monte dove Turoldo viveva. "Ogni domenica pomeriggio - ricorda ai nostri microfoni Ravasi - Turoldo veniva da me e da lì è iniziato un lungo dialogo fatto non solo di confidenze personali ma anche e soprattutto di vere e proprie analisi di lavoro. Ne è nata una amicizia e sintonia spirituale forte sebbene, e forse proprio perché, le identità erano molto diverse". 

leggi tutto>>

In lingua originale

Using dance therapy to treat Syrian child refugees

Michal Bardavid is a Turkish journalist who uses her certified dance therapy skills to help Syrian child refugees deal with the trauma of fleeing a war-torn country. BBC News looks at how some Syrians in Istanbul are being treated in a unique way for what they have been though.

read more>>


Standing-Rock-Riot.gifWhat Standing Rock Tells Us About Civil Disobedience
By Melissa Hellmann

The history of social reform in America is inextricably tied to civil disobedience. Women used it to advocate for their right to vote during the women’s suffrage movement. Civil rights activists held sit-ins and marches to demand the end of discriminatory policies and racial segregation during the 1960s. Just in the last week, marchers shut down streets across the U.S. to protest the election of Donald Trump.

read more>>


Noam Chomsky on the crises of immigration
By Noam Chomsky

November 15, 2016 — Pope Francis captured the essence of the crisis of immigration: “Migrants are not the danger. They are in danger.” The implication is clear - the so called crisis of immigration is an indication of a bigger moral crisis in the wealthy countries of the world; those societies that have resources to help those who are in severe danger and to mitigate or resolve the circumstances that lie at the roots of their flight.

read more>>


Cuban revolutionary Fidel Castro (left) lights his cigar while Argentine revolutionary Che Guevara looks on in the early days of their guerrilla campaign in the Sierra Maestra Mountains of Cuba, circa 1956. Castro wears a military uniform while Guevara wears fatigues and a beret.Fidel Castro: A Life in Pictures

Fidel Castro, the communist revolutionary who presided over Cuba for nearly half a century, has died at the age of 90. Castro’s younger brother Raul, who succeeded him as Cuba’s president in 2008, announced the news on Cuban state television late Friday night. For fifty years, Castro — usually pictured bearded, with a patrol cap on his head and a cigar in his mouth — captured the American political imagination as the face of communism in Cuba: a country at once 90 miles from Florida and a world away, severed by the ideological and political gulf of the Cold War.

 

Copyright © 2016 Centro Studi Sereno Regis, All rights reserved.


Want to change how you receive these emails?
You can update your preferences or unsubscribe from this list

Email Marketing Powered by Mailchimp