Copy
«Vivere semplicemente per permettere agli altri semplicemente di vivere» (M. K. Gandhi)
Centro Studi Sereno Regis
Follow on Twitter Friend of Facebook
Centro Studi Sereno Regis - Torino


newsletter 2014/39 | venerdì 5 dicembre 2014


venerdì 5.12

Cinema | Rifiutati dalla sorte e dagli uomini | Cinetica

ore 21.00, sala Poli (Guarda il trailer)

 


 

Riflessioni


Antica come le colline (IV)
di Nanni Salio

IV Parte – Successi e fallimenti delle lotte nv. Contrariamente alle tesi sostenute dai fautori della nonviolenza, c'è chi parla apertamente, soprattutto negli ambienti anarchici e più radicali, di “fallimento della nonviolenza”. Dopo aver pubblicato “How Nonviolence Protects the State” (12) , Peter Gelderloos è ritornato sul tema con “The Failure of Nonviolence: From the Arab Spring to Occupy” (Left Bank Distribution, 2013). La tesi centrale sostenuta da Peter Gelderloos è che “non possiamo imporre un limite alle tattiche o un metodo di lotta a un intero movimento” e le “lotte sono più robuste quando è presente una varietà di tattiche...”. (continua)


Scontri di civiltà Occidente-Oriente?
di Johan Galtung

Sì, islam e cristianesimo sono in antiche terre buddhiste; con scontri musulmano-buddhisti in Sri Lanka e Myanmar. L’Occidente è il grande spazio delle tre religioni abramitiche giudaismo-cristianesimo-islam, con i secolarismi delle prime due, che si escludono a vicenda. Indonesia-Filippine sono nell’Occidente. L’Oriente è un grande spazio attraversato dal buddhismo, che non esclude altri potdri, neppure quello statale violento; quindi più complesso. (continua)


Il Dio insaziabile
George Monbiot

Un’altra crisi è in arrivo. Tutti noi lo sappiamo, anche David Cameron adesso lo riconosce (1). Le uniche domande sono quale sarà l’immediato catalizzatore e quando comincia. Potete fare la vostra scelta. Il Financial Times riporta oggi che la Cina ora assomiglia agli Stati Uniti del 2007 (2). I prestiti bancari nazionali sono aumentati del 40% dal 2008, mentre “la capacità di rimborsare il debito è peggiorata drammaticamente”. I prezzi degli immobili sono in calo e le società che gestiscono il sistema bancario ombra della Cina non forniscono “virtualmente nessuna divulgazione” relativa alle loro passività. (continua)


Sicurezza e desaparecidos in Messico. La carovana incontra l’ambasciatore a Roma
di Karen Sampò

Ambasciata messicana | Lunedì 1 dicembre 2014 – L’Ambasciatore Messicano a Roma ha chiesto un incontro privato con Padre Solalinde che si è però rifiutato di incontrarlo da solo e ha detto che avrebbe partecipato all’incontro solo se accompagnato dai partecipanti della Carovana e dai membri delle diverse Associazioni che lottano per i diritti umani, compresi Amnesty International Libera Messico. L’ambasciatore Messicano Miguel Ruiz-Cabanas Izquierdo ha accettato la richiesta di padre Solalinde e ha presentato a tutto il gruppo i dieci punti su cui il presidente del Messico, Pena Nieto, vuole intervenire e investire per la sicurezza e lo sviluppo del suo Paese. (continua)

Giornalismo di Pace


La Città Dissacrata
di Uri Avnery

Nella sua lunga e travagliata storia, Jerusalem è stata occupata da dozzine di conquistatori. Babilonesi e Persiani, Greci e Romani, Mamelucchi e Turchi, Britanni e Giordani – per citarne solo alcuni. L’ultimo occupante è Israele, che ha conquistato e annesso Gerusalemme nel 1967. Questa settimana, Gerusalemme era in fiamme - di nuovo. Due giovani di Jabel Mukaber, uno dei villaggi arabi annessi a Gerusalemme, sono entrati in una sinagoga nella parte occidentale della città durante le preghiere del mattino e hanno ucciso quattro ebrei devoti, prima di essere se stessi uccisi dalla polizia. (continua)


Nuovi senzatetto a Gerusalemme Est
di Bethan Staton

Nel cuore di Silwan, un quartiere che si trova nei pressi della Città Vecchia, la famiglia di Abdel Rahman al-Shaludi sta cercando casa. Mercoledì [19 novembre] mattina presto il loro appartamento – una casa con cinque bambini e i loro familiari – è stato demolito dalle autorità israeliane. Si è trattato di una demolizione punitiva: alla fine di ottobre Abdel Rahman ha lanciato la sua macchina contro un’affollata fermata del tram di Gerusalemme, uccidendo Chaya Zissel Braun, di tre mesi, e Karen Mosquera, di 22 anni, una studentessa ecuadoriana. Il ventunenne Shaludi è stato ucciso dalla polizia mentre stava fuggendo... (continua)

Arti e nonviolenza


Anything to say?
di Enzo Gargano

E’ un progetto artistico dedicato a tutti. E’ un’opera d’arte che vuole rendere omaggio al coraggio e dare forza a chi ha paura. Charles Glass, giornalista e scrittore inglese, che ha sempre difeso la libertà di parola e la libertà di stampa, ha sentito il bisogno di dire al mondo quanto fosse importante avere il coraggio di voler sapere, di essere informati. (continua)


La seconda vita di Giles Duley
Fonte: Internazionale

Nel 2011 il fotografo britannico Giles Duley è saltato su una mina in Afghanistan, mentre seguiva una pattuglia di soldati statunitensi. Ha rischiato di morire e ha subìto l’amputazione parziale di tre arti. (continua)


Dall’Iran alla Val Susa, un bilancio del Tff su potere e democrazia
di Davide Grasso

Cinque titoli del Torino Film Festival hanno affrontato, in questa edizione (tra altri) il rapporto tra la società in trasformazione e il potere. Con diversa profondità e finalità espressive differenti, hanno toccato questo soggetto collocandolo in occidente o in oriente, in Italia o all’estero, nel passato o nel presente. Si è iniziato con Diplomatie, opera del 2014 di Volker Schlöndorff, vero momento di inaugurazione del Festival. Il governatore militare della città di Parigi, occupata dalle truppe naziste nel 1944 – generale Dietrich von Choltitz – deve eseguire un ordine di Hitler: distruggere Parigi... (continua)

Progetti (Idee in movimento...)


Le piramidi stanno in piedi sulla punta
di Giorgio Barazza e Ilaria Zomer
Un’esperienza di facilitazione del Bilancio partecipativo nel Comune di Rivalta di Torino
Il bilancio partecipativo è una delle forme che assume il ben più ampio cambio di paradigma rappresentato dalla democrazia partecipativa. (continua)
 
Muri, olive e altre storie
(in diretta o quasi dalla Palestina)

Gaza: Palestina, Israele e il mondo
di Alessandra Mecozzi
Questa raccolta di testi ha lo scopo di informare e far riflettere lettrici e lettori interessati, su quanto avvenuto in 51 giorni (8 luglio-25 Agosto 2014) nella striscia di Gaza, in Palestina e in Israele. Non intende trarre alcun bilancio, di sconfitta o di vittoria dell’una o dell’altra parte, Israele o Hamas o ALP (Autorità Nazionale Palestinese), che hanno tutti celebrato la “vittoria”. Come afferma nel suo articolo il palestinese americano Ramzy Baroud “questa non è stata una guerra secondo le tradizionali definizioni di guerra, e quindi le tradizionali analisi di vittoria e sconfitta semplicemente non si possono applicare”. (continua)

Primo Piano
 


IRENEA...
Lavori in corso! Aggiornamenti in tempo (quasi) reale dal cantiere...
(continua)

#IostoconEmra
Liberate subito Emra Gasi dal CIE di Bari. Per Emra e per tutti i giovani nati e cresciuti in Italia costretti ancora a sentirsi "stranieri" (continua)



Al via la campagna "Un’altra difesa è possibile"!

Per partecipare alla Campagna per la difesa civile non armata e nonviolenta “UN’ALTRA DIFESA E’ POSSIBILE” che si articolerà nella raccolta di firme per la Legge di iniziativa popolare... (continua)


Avviso urgente!
Cerchiamo numeri e/o annate complete di «Azione nonviolenta»: 1964; 1965; 1966; 1967; 1968. La persona di riferimento è Nanni Salio (oppure Cinzia Picchioni, il mercoledì mattina) rintracciabile telefonicamente al numero 011532824.


Carovana italiana per i diritti dei migranti, per la dignità e la giustizia
23 novembre-6 dicembre 2014. Lampedusa-Pozzallo-Mineo-Catania-Gioia Tauro-Rosarno-Nardò-Caserta-Caivano-Scampia-Roma-Pisa-Firenze-Milano-Ventimiglia-Torino. In solidarietà con il Movimiento Migrante Mesoamericano organizzatore della 10a Caravana de Madres Centroamericanas buscando a sus migrantes desaparecidos (continua)


Contribuisci a far partire la prima Carovana italiana per i diritti dei migranti
…Siamo parte di un unico mondo. Ogni giorno incrociamo donne e uomini che scappano dalla miseria per cercare una vita degna nel nostro paese e ancor più nel resto d’Europa… (continua)

Novità in Biblioteca



Daniele Novara, Urlare non serve a nulla, BUR, Milano 2014, pp. 288, € 13,00
(Recensione di Cinzia Picchioni)



Gianni Oliva, L’Italia del silenzio. 8 settembre 1943, Mondadori, Milano 2013, pp. 192, €19,50
(Recensione di Cinzia Picchioni)

Pillole di semplicità volontaria (a cura di Cinzia Picchioni)


 

Io non sono nessuno…
…ma Vandana Shiva! Fisico quantistico; vice-presidente di Slow Food; è una delle leader dell’International Forum on Globalization; ha fondato la Research Foundation for Science, Technology and Natural Resource Policy; è una paladina della lotta contro le multinazionali e gli OGM. Be', sapete che cosa ha detto anche lei nel 2013? (continua)

IPRI-Rete CCP


Lo storico “sciopero alla rovescia” (1956) di Danilo Dolci
di Raffaello Saffioti

“Credo che uno sciopero debba essere sempre, oltre che scienza, un’opera d’arte, un’invenzione. Si organizzano e si fanno scioperi nazionali di milioni di personeche non riescono a incidere, non colpiscono l’attenzione della gente come dei movimenti anche di piccoli gruppi che però sanno inventare esattamente. (continua)


Gli ultimi giorni della storia della crescita
di Raul Ilargi Meijer
Sto ragionando sulle similitudini tra una crisi finanziaria e, per esempio, una crisi familiare, la morte di una persona amata o di un caro amico, un divorzio, o un fallimento personale. (continua)

Sarajevo mon amour
Racconti, incontri ed emozioni



L'Europa in guerra
di Adriana Grippiolo

La mostra in scena a Trieste sulla Prima guerra mondiale, letta attraverso le opere dei maggiori artisti italiani ed europei della prima metà del Novecento, si apre con l'attentato di Sarajevo e si chiude con l'assedio della capitale bosniaca. (continua)

Agenda    
Cicli e rassegne



7.10 - 16.12

Super 60 per super sessantenni
Ciclo di incontri gratuiti, dedicati specialmente a chi ha compiuto i 60 anni… (continua)



25.10 2014 | 24.05 2015

Ratatui | Laboratori teatrali 2014-15
Per costruire un'idea di scambio, accoglienza e comunità. (continua)


27.10 | 15.12
Rassegna – Gli occhiali di Gandhi

Rassegna di cinematografia nonviolenta – 1a edizione. (continua)


2.12 2014 | 12.05 2015
Formazione – Il ponte d’Irene 2014-2015

Laboratori di reciprocità tra femminile e maschile. (continua)



20-01 – 10.02 2015

Mondovisioni – I documentari di Internazionale
Rassegna di documentari su attualità, diritti umani e informazione. (continua)

Agenda Appuntamenti



venerdì 5 dicembre 2014

Convegno | Italia-Messico. Cammini che si incrociano
ore 8.45
, Università degli Studi di Torino, Aula Magna Cavallerizza – via Verdi, 9 – Torino

Dialogo a più voci sul fenomeno migratorio. (continua)



venerdì 5.12

Cinema | Rifiutati dalla sorte e dagli uomini | Cinetica
ore 21.00, sala Poli
Un lavoro di ricerca e di sintesi sul fenomeno del gioco d’azzardo. (continua)



sabato 6.12
Carovane Migranti | #personenonnumeri
ore 15.00, piazza Castello – Torino

Grande festa per il ritorno a Torino della nostra Carovana! (continua)



sabato 6 dicembre
Teatro | “Atti Unici” di Anton Cechov | Daimon Teatro

ore 21.00, sala Poli

Lo spettacolo devolverà l’incasso tramite Specchio dei Tempi de “La Stampa” ai comuni alluvionati piemontesi. (continua)



martedì 9.12
Formazione – Sotto controllo
ore 18.30, sala Gandhi
Progetto sperimentale Tealtro - workshop di educazione al conflitto. (continua)



mercoledì 10.12
Incontro con Manu Pineda, scudo umano a Gaza
ore 19.00, sala Poli

In concomitanza con la Giornata Mondiale di Solidarietà con il Popolo Palestinese, celebrata il 29 novembre, si promuovono una serie di incontri di sensibilizzazione e informazione. (continua)



giovedì 11.12

Convegno | NON BULL-ARTI DI ME. Arte e attività educative contro il cyberbullismo

ore 13.30, sala Poli
Formazione, scambio di buone prassi e confronto con esperti sul Cyberbullismo. (continua)



sabato 13 domenica 14.12

Workshop di fotografia
ore 10.00- 18.00, sala Gandhi
Ritratto e autoritratto, a cura di Six Degrees, con Ugo Borga e Sophie Anne Herin (continua)



lunedi 15.12
Poesie figurate
ore 18.00, sala Poli

I versi di Giancarla Ceppi. Letture di Stefania Luberti, accompagnate dalla viella di Stefania Priotti. (continua)



lunedì 15.12
Cinema – Couleur de peau: miel | Gli occhiali di Gandhi
ore 20:30 CINEMA MASSIMO – sala 3, via Verdi 18

L’adozione vista con la sensibilità di un bambino vietnamita, adottato e mai adattato. (continua)



martedì 16.12
Invito al silenzio
ore 17.30, sala Poli

Meditazione di Antonietta Potente, teologa domenicana. Ascolto, silenzio condiviso. (continua)


sabato 20.12
Musica | A tutto Strauss
ore 21.00, sala Poli

Concerto per le Feste | Orchestra da Camera MUSICAVIVA Direttore Mario Lamberto. (continua)

Rassegna stampa (a cura della redazione)


Libertà per Turi, combattente di pace
di Massimo Zucchetti
Turi Vaccaro è libero. Oggi è stata disposta la scarcerazione di Turi, l’attivista per la pace, già conosciuto per le sue azioni contro le basi militari, la lotta no muos e la lotta no tav. L’udienza per il suo pro­cesso è fis­sata per feb­braio 2015. Il giu­dice, oggi, ha tut­ta­via anche dispo­sto il divieto di dimora. L’avvocato di Turi, e i resi­stenti nomuos che l’hano seguito e sup­por­tato ora per ora, facendo anche ieri un pre­si­dio di soli­da­rietà davanti al car­cere di Gela, oltre che tutte le per­sone libere come lui, pos­sono tirare un par­ziale sospiro di sol­lievo. (continua)


L’apocalisse del neoliberismo
di Alex Zanotelli

“Vidi una bestia salire dal mare …”. È con queste parole che il profeta dell’Apocalisse descrive l’Impero Romano alla fine del primo secolo. Le stesse parole le userei per le nuove bestie che appaiono all’orizzonte: il Partenariato Transatlantico per il Commercio e gli Investimenti, nell’acronimo inglese T-tip e l’Accordo per il Commercio dei servizi, nell’acronimo inglese Tisa. Due trattati pericolosissimi, purtroppo poco conosciuti dal grande pubblico, perché porteranno alla privatizzazione dei servizi. (continua)


Quando è troppo è troppo?
di Andrea Baranes

Non siamo razzisti, ma quando è troppo è troppo. Gli paghiamo tutto, e in cambio ci derubano pure. Rimandiamoli a casa loro, una volta per tutte. Sono criminali della peggior specie, ogni singola volta che ne senti parlare è per qualche furto, truffa, raggiro. E’ tutto quello che sanno fare, oltre a portarci via il lavoro. Vivono in un mondo tutto loro, al di fuori della società. Non rispettano le nostre regole e le nostre leggi. Vanno avanti unicamente commettendo crimini, e siamo sempre noi cittadini onesti a rimetterci. (continua)


“Il Jobs Act? Una pericolosa riforma di destra”
Giacomo Russo Spena intervista Luciano Gallino

Domani, mercoledì 3 dicembre, è il fatidico giorno. Il premier Renzi, l’Europa e i mercati lo auspicano da tempo, meno gli operai, precari e gli studenti che saranno in piazza ad assediare il Senato. Finito l’iter il Jobs Act sarà legge, per il sociologo Luciano Gallino siamo “alla mercificazione del lavoro, è un provvedimento stantio e pericoloso”.  Scusi professore, lei parla di un progetto vecchio eppure il governo – che del nuovismo ha fatto un cavallo di battaglia – lo sponsorizza proprio per modernizzare il Paese. Dov’è l’imbroglio? (continua)


Un anno fa la rivolta dei forconi. Un anno passato senza fare nulla.
di Andrea Sacco

Il 5 dicembre è annunciata la manifestazione di quello che fu il "movimento dei forconi", ora denominato Coordinamento 9 dicembre. Torino, con le sue istituzioni, i partiti e i movimenti, ha semplicemente rimosso l'accaduto e si troverà di nuovo impreparata a gestire un fenomeno sociale e culturale, qualunque sarà lo svolgersi della giornata di venerdì, oltretutto libera da altri impegni quali l'annunciato sciopero generale spostato poi al 12 dicembre. (continua)


L’abisso tra Israele e Palestina
di Bernard Guetta

Ho trovato un uomo profondamente turbato, per non dire distrutto. Parlo di uno degli artefici degli accordi di Oslo, che avevo chiamato per chiedere una previsione sulle elezioni anticipate appena annunciate dal primo ministro israeliano e capofila della destra, Benjamin Netanyahu. Gli ho domandato se la sinistra, il centrosinistra, i moderati e i sostenitori della pace abbiano qualche speranza di conquistare la maggioranza o uscire rafforzati dallo scrutinio. La sua risposta è stata breve e secca. “No”. (continua)


Alla ricerca di un nemico interno
di Serge Halimi

Un giovane ambientalista, Rémi Fraisse, di 21 anni, è stato ucciso da una granata lanciata dalla polizia francese nella notte tra il 25 e il 26 ottobre, mentre stava dimostrando contro la costruzione di una diga nella regione sud-occidentale di Tarn. Il governo non ha detto nulla sul fatto per circa due giorni (sebbene è stato svelto a onorare la memoria di un boss di una compagnia petrolifera, morto in un incidente aereo).  Il capo socialista del consiglio esecutivo della regione, Thierry Carcenac, ha detto che era stato stupido e idiota da parte del dimostrante  morire per un’idea. (continua)

Copyright © 2014 Centro Studi Sereno Regis, All rights reserved.
Email Marketing Powered by Mailchimp