Copy
La mia vita è il mio messaggio. (M. K. Gandhi)
Visualizza questa mail sul web
newsletter del
Centro Studi
Sereno Regis
Torino

riflessioni e approfondimenti

n. 30/2016
venerdì 2 settembre
Share
Tweet
Forward
+1
Share
Pin
Lo squilibrio del potere globale | Johan Galtung
Caro Lettore: Questo editoriale 444 – numero che richiama l’attenzione – è dedicato a una visione d’insieme globale, il mondo “oggi”, con squilibri ovunque, così instabile che quello che stiamo vivendo sono continui cambiamenti e transizioni. Incominciamo con due relazioni fondamentali: natura-essere umano, USA-Resto del mondo. 

(continua)

Un benvenuto ufficiale all’epoca dell’Antropocene… ma chi decide che è arrivata? | Noel Castree
Abbiamo varcato la soglia – ufficialmente – di una nuova epoca: un gruppo di esperti, incaricati di valutare se siamo davvero entrati nell’Antropocene, cioè in un periodo caratterizzato geologicamente dall’influenza dell’umanità sul pianeta – hanno deliberato affermativamente. Il Gruppo di lavoro sull’Antropocene durante un recente Congresso a Cape Town, in Sud Africa, ha dichiarato che l’Antropocene ha avuto inizio nel 1950: questa data ha segnato l’avvio dei test atomici, dei sacchetti di plastica e del boom delle nascite.
Fermenti internazionali di pace | Elena Camino
Le pagine dei giornali e i media ci propongono con crescente intensità notizie e immagini di morti e distruzioni, mentre sono sempre molto parche di informazioni positive. Eppure sono sempre più numerose le iniziative che vedono centinaia o migliaia di persone, un po’ ovunque nel mondo, impegnate a costruire iniziative di pace.
Nel frattempo, in giro per il mondo | Johan Galtung
Auschwitz, 29.07: Papa Francesco che prega e chiede a Dio la grazia per piangere (INYT, 30-31 Luglio) è stato molto, molto toccante. E così diverso dallo spettacolo che Obama ha provato ad allestire a Hiroshima. Turchia, un giorno qualunque...
leggi tutto
Una semplicità difficile a farsi | Alessandra Pigliaru intervista Lucia Bertell
TEMPI PRESENTI.
Un'intervista con Lucia Bertell, che da anni si occupa di ricerca sociale sul lavoro e progettazione partecipata.
Il solco da cui prende avvio il suo ragionamento sono le «economie diverse»...
 
leggi tutto
Riconciliazione e giustizia in Kashmir | Ashima Kaul
15 luglio 2016: dal 1990 i Pandit del Kashmir sono stati esiliati dalla loro comunità...
leggi tutto
Dieci domande e risposte sull’industria delle armi nell’Unione Europea | Tim Harman
L’Unione Europea ha una politica concordata sull’industria delle armi? Si. L’attuale politica è stata concordata all’unanimità dai capi di governo...
leggi tutto
L’Europa del momento – UE, Russia | Johan Galtung
Non marca bene. Il problema chiave non è la Brexit, l’inverosimile vittoria dell’antica nostalgia inglese per la Terra della Speranza e della Gloria – non resa invisibile da una cappa UE – contro niente meno che la City di Londra con il suo utilizzo dell’UE per i propri scopi.
leggi tutto
Agli amici francesi
Dopo i tragici eventi di ieri sera a Nizza, con orrore e cordoglio ci uniamo al dolore di un Paese colpito in una giornata dedicata alla libertà...
leggi tutto
Denaro, prassi e teoria economica | Johan Galtung
Il denaro è la chiave: quella geniale innovazione per immagazzinare valore generale e scambiare valori specifici secondo il prezzo. Non sorprende che i capi di stato si facessero imprimere il viso su monete e biglietti di banca.
leggi tutto
Artisti circensi mettono in scena a Tel Aviv una veglia per un clown palestinese incarcerato | Active Stills
Artisti palestinesi e israeliani improvvisano una rappresentazione in una via pedonale del centro di Tel Aviv per chiedere la liberazione di Mohammed Abu Sakha, un clown palestinese...
leggi tutto
I terroristi dell’Antropocene | Elena Camino
In un recente articolo sul New York Times l’autore, Max Fisher, riporta alcune idee espresse...
leggi tutto
Fase 2... scriviamo ai nostri deputati!

Nuovi libri in biblioteca

Pillole di semplicità volontaria

Casa, semplice casa anche fuori casa!
Mi è capitato e mi capita di scendere dal letto al mattino, mettere le lenzuola e la federa in lavatrice, lavarle e stenderle e – la sera stessa – rifare il letto con le lenzuola pulite, che nel frattempo si sono perfettamente asciugate. Quindi niente scuse per l’uso di tovaglie di carta, nemmeno – e soprattutto, semmai – in estate.
 

SerenoRegisTV

Islam, scontro di civiltà? Un'altra narrazione possibile

Islam, scontro di civiltà? Un'altra narrazione possibile

Rassegna stampa

La figura retorica della prevenzione
di Luca Mercalli
Di fronte ai disastri naturali, la nostra debolezza più grande è la mancanza di prevenzione. Lo scriviamo da decenni. Molte le chiacchiere e le promesse subito dopo ogni evento, sia esso un terremoto o un’alluvione, poi cade il silenzio. Eppure la prevenzione va fatta a bocce ferme, quando splende il sole e la terra non trema. (continua)

Viaggio a Domusnovas, la città della fabbrica d’armi volate in Yemen
di Elvira Corona
Dalla fine dello scorso anno, dai cancelli dell’azienda “Rwm Spa” sono uscite le bombe destinate all’Arabia Saudita per il conflitto yemenita. Lo stabilimento occupa 74 persone in un territorio dove la disoccupazione giovanile è al 60%. Sabato un bombardamento su una scuola aveva ucciso 10 studenti, il 15 agosto è stato colpito anche un ospedale di Msf uccidendo 11 persone e ferendone 20. (continua)


Lettera a mia mamma, Berta Cáceres
di Bertha Zúniga Cáceres
Sei mesi fa stavo viaggiando dal Messico all’Honduras con una gran fretta, il tempo si era quasi fermato. Dovevo trovarmi con Laura e Salva per poter dire addio alle tue mani e ai tuoi occhi. La notizia del tuo assassinio aveva un senso, giorni prima infatti stavamo scrivendo insieme il comunicato che denunciava la riattivazione, sull’altra riva del fiume Gualcarque, del progetto Agua Zarca. Puntavamo a fermarlo mediante la denuncia del ruolo complice delle banche finanziatrici, nonostante fosse chiaro che DESA non avesse nessuna intenzione di farlo e conoscessimo bene la sua aggressività. (continua)


L’offensiva della Turchia contro l’ISIS e il giro di vite sulla stampa in realtà sono soltanto una guerra contro i Curdi
di Vijay Prashad ed Amy Goodman
Mentre gli Stati Uniti appoggiano un’incursione militare turca in Siria, prendendo di mira le aree in mano dell’ISIS lungo il confine, la Turchia dice che è anche preoccupata per le milizie curde siriane al confine, che sono appoggiate dagli Stati Uniti.  (continua)


Momento storico per la Colombia: la negoziazione sugli Accordi di Pace giunge al termine
Fonte: Operazione Colomba
Tramite il comunicato congiunto numero 93, il governo colombiano e la guerriglia delle FARC, mercoledì 24 agosto 2016, hanno messo fine a quattro anni di intense trattative e dialoghi, giungendo per la prima volta nella storia colombiana alla conclusione di un processo di negoziazione volto a porre fine, dopo più di cinque decadi, al conflitto armato tra le due parti. (continua)


La Colombia cerca la riconciliazione dopo la pace con le Farc
di Anastasia Moloney

Dopo essere stato rapito e tenuto prigioniero in catene nella giungla per più di sette anni, in un campo controllato dai ribelli colombiani delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc), Alan Jara sa quanto sia difficile perdonare e riconciliarsi con il passato. (continua)

L’idea di pace nel Corano 
di Juan Cole
Nei dibattiti contemporanei sulle origini del radicalismo musulmano e il carattere della religione, è importante tornare alla scrittura musulmana del Qur’an (talvolta scritto Koran). Come la Bibbia, il Corano contiene dei versetti sulla guerra e anche sulla pace, ma quelli sulla pace non sono stati apprezzati a sufficienza. (continua)


I piloti disobbediscono ai rimpatri forzati
di Sebastiano Canetta
Resistenza alla deportazione. Piccola cronaca della disobbedienza civile di chi si oppone al rimpatrio forzato dei migranti. Oltre 600 casi di obiezione fisica e di coscienza inceppano il piano di espulsioni del governo Merkel, con buona pace della campagna elettorale come della «Dichiarazione di Berlino» sulla sicurezza presentata giovedì dai ministri cristiano-democratici. (continua)

Lotte globali per il dominio
CJ Polychroniou intervista Noam Chomsky
L’ISIS ha preso piede in Europa? La Turchia di Erdogan è in procinto di fare un grosso spostamento geopolitico che cambierà l’equilibro del potere in una delle regioni più instabili del mondo? La NATO e gli Stati Uniti stanno andando verso la pace o la guerra con la Russia? In questa recentissima intervista esclusiva per Truthout, Noam Chomsky ci offre opinioni uniche su questi argomenti, contestando le narrazioni prevalenti su ciò che accade ora nel mondo. (continua)


Le alternative al liberismo si discutono nella tana del lupo
di Vittorio Agnoletto
Riflessioni a 360° sul Forum Sociale Mondiale che si sta svolgendo a Montreal. (continua)
Quel fumo su Aleppo rende il nero un'altra cosa
di Claudia Avorio
Pagine nere, presente nero, prospettive nere, bandiere nere, figure nere: un nero che affossa i dialoghi, squarcia i colori, annega i sogni. (continua)
 
Un mondo di conflitti per l'acqua
di Francesca Morandi
Dalla Siria assetata per la siccità alla contesa sui grandi fiumi. L'unica soluzione possibile è la cooperazione. (continua)
Libia: chi sostiene chi. E perché
di Francesca La Bella

Provare ad analizzare la realtà libica non è mai semplice, ma nelle ultime settimane, a seguito dell’avvio dei raid statunitensi contro lo Stato Islamico a Sirte, la molteplicità di notizie ha reso ancor più complicata l’osservazione. (continua)
procrastinare cambiamento climatico«La speranza nella crescita economica come risposta al cambiamento climatico è infondata»
di Luca Aterini

Ci sono cose che non hanno prezzo, e quanti credono che l’attesa crescita economica possa compensare i danni provocati dal cambiamento climatico hanno speranze malridotte. (continua)

In lingua originale

Peace Abbey archives at University of Massachusetts Boston. (Peace Abbey)A look at the newest additions to the nonviolence canon
By Brian Martin
Interest in nonviolent action is greater today than it ever has been. This is reflected in the number and sophistication of nonviolent campaigns, in media coverage and popular understanding — as well as a spate of new books, several of which were published last year. Decades ago, really good books in the area were uncommon. (read more)

Failures of Militarism in Countering Mega-Terrorism
By Richard Falk

There are multiple complexities arising from the interactions between sovereign states and large-scale political violence of extremist groups and individuals associated with, or inspired by, such groups. These complexities profoundly challenge the efforts of international law and the capabilities of national governments to contain and minimize political violence. (read more)


John Scales AveryHuman Nature: An Evolutionary Paradox
By John Scales Avery
Today, human greed and folly are destroying the global environment. As if this were not enough, there is a great threat to civilization and the biosphere from an all-destroying thermonuclear war. Both of these severe existential threats are due to faults in our inherited emotional nature. From the standpoint of evolutionary theory, this is a paradox. As a species, we are well on the road to committing collective suicide, driven by the flaws in human nature. (read more)
Strengthening Youth Engagement in Post-Jasmine Revolution Tunisia
By Amal Bourhrous and Sarah Smith
While youth contribute to an ever-growing demographic bulge, the positive role that youth can play in creating more peaceful and inclusive societies has only recently received serious recognition in the international policy arena. The first formal recognition on a global scale came in December 2015 with Security Council Resolution (SCR) 2250 on Youth, Peace and Security. Despite this acknowledgement, youth continue to face challenges in making their voices heard in local, national and international political processes. (read more)
(Image: Lauren Walker / Truthout)Why Solidarity Between the Movement for Black Lives and Palestine Makes Sense
By David Palumbo-Liu
The recent release of a policy platform by the Movement for Black Lives has drawn both expressions of solidarity, as well as disavowals and strident criticism. The policy statement is a remarkable document, as it not only continues the spirit of the 2015 statement signed by over a thousand Black activists, intellectuals and cultural workers after Israel's 2014 attacks on Gaza but also proposes for the first time a comprehensive set of policies backed by clearly spelled-out rationales. (read more)
The color of freedom
By Aya Nashwan

"I was born as everyone is born," the Palestinian poet Mahmoud Darwish once wrote. I always wondered what he meant by that. Did he mean that Palestinians are essentially like other human beings? That we have the rights as all others? Even though I don’t feel like everyone else?  I was never really sure. (read more)
"The War as I See It": Photo Contest & Exhibition
In October 2015, ICTJ asked Lebanese young people to use their cameras to explore their understanding of the Lebanese civil war as it shapes their country’s past and present. (read more)
 
Stock Answert
By George Monbiot
Why I took the plunge at last and converted (almost) to veganism. The world can cope with 7 or even 10 billion people. But only if we stop eating meat. Livestock farming is the most potent means by which we amplify our presence on the planet. It’s the amount of land an animal-based diet needs that makes it so destructive. (read more)
Copyright © 2016 Centro Studi Sereno Regis, All rights reserved.


Want to change how you receive these emails?
You can update your preferences or unsubscribe from this list

Email Marketing Powered by Mailchimp