Copy
«Vivere semplicemente per permettere agli altri semplicemente di vivere» (M. K. Gandhi)
Centro Studi Sereno Regis
Follow on Twitter Friend of Facebook
Centro Studi Sereno Regis - Torino


newsletter 2014/29 | sabato 13 settembre 2014

Riflessioni


Difetti nel pensiero USA – e qualche rimedio
di Johan Galtung
Obama è di fronte a un “mostro a tre teste” (INYT 05.09.14): Russia-Ucraina, ISIS, e Asia con un “ruolo chiave” (pivot) USA. Mostrare la forza NATO in Europa Orientale; debellare l’ISIS (il rimedio di Colin Powell all’11 settembre per Al-Qaeda); il 60% della forza USA e trattati con “tutti salvo la Cina” nell’area Asia-Pacifico. Non funzionerà. Non con Obama-Biden-Kerry, né con McCain; che si tratti di un mostro a tre teste o tre con una ciascuno. (continua)


Dieci punti per far girare bene il pianeta
di Guido Viale
Ventun organizzazioni del Nord e del Sud del mondo (in Italia Fairwatch), in rappresentanza di oltre 200 milioni di persone, hanno sottoscritto e un appello in 10 punti che indica le misure per evitare che i cambiamenti climatici in corso raggiungano un punto di non ritorno.  (continua)


La felicità è adesso
Claudio Gallo intervista Thich Nhat Hanh
Scorre sul finestrino del treno la campagna francese tra Bordeaux e Bergerac, filare dopo filare tra boschi e prati verdissimi che riflettono un’idea di potente dolcezza. È la stessa forza gentile che sembra di ritrovare negli insegnamenti di Thich Nhat Hanh. Monaco buddhista vietnamita, vive insieme con la sua comunità monastica al Plum Village, sulle colline intorno al minuscolo paese di Thenac. Tutti lo chiamano Thay, maestro semplicemente. (continua)


Altre modalità dell’occupazione. Da rimuovere il blocco
di Amira Hass
La tremenda guerra di quest’estate ha nuovamente portato all’attenzione del mondo il blocco della Striscia di Gaza – o, più correttamente, la sua chiusura. E’ quindi importante continuare a scriverne, ancora e ancora, finché il ferro è caldo (per la millesima volta), fino a che l’assedio non sia del tutto tolto. (continua)
 

Giornalismo di Pace


Due tipi di antisemitismo
di Richard Falk
Contrariamente a gran parte del pensiero convenzionale che tratta l’’antisemitismo’ esclusivamente come forma di odio etnico, c’è un secondo tipo di atteggiamento che è accusato di essere ‘antisemitismo’ perché è critico, spesso legittimamente, del sionismo e delle politiche e pratiche di Israele. Questo secondo tipo di presunto antisemitismo è una tattica impiegata per screditare i critici di Israele insistendo che non andrebbero distinti la critica di Israele e l’odio del popolo ebraico. Questi due tipi distinti di antisemitismo operano in disaccordo tra loro e anche se possono esistere situazioni in cui si sovrappongono è pericoloso farne una cosa sola. (continua)


Il messaggio palestinese a Israele: trattaci in modo corretto. O scompari
di Jeff Halper
Fino all’operazione “Margine protettivo”, la maggior parte dei “messaggi” relativi al conflitto Israelo-palestinese sicuramente quelli che hanno prevalso nei mass media più importanti, sono arrivati da parte israeliana. Fin dall’inizio ufficiale del Sionismo in Palestina, circa 110 anni fa, la comunità ebraica, sia come il pre –Stato Yishuv sia costituitasicome Stato di Israele, non ha mai preso sul serio i Palestinesi. Erano nativi con la pelle scura avvolti in modo sinistro nelle kefia, fedayn o terroristi senza nome, storia o umanità, una minaccia esiziale sotto la definizione di “Arabi”. Nel 1967, quando Israele si è trovato finalmente faccia a faccia con una società palestinese organizzata, visibile e consapevole, l’idea di parlare con loro non è stata neanche presa in considerazione dai dirigenti israeliani.  (continua)

Arti e nonviolenza


La violenza nelle immagini
Fonte: Internazionale
Fatti recenti come la guerra nella Striscia di Gaza, l’espansione militare dello Stato islamico, l’abbattimento del volo Mh17 della Malaysian Airlines e la diffusione del virus dell’ebola offrono una nuova occasione per riflettere sull’uso e gli effetti delle immagini violente nel mondo dell’informazione. (continua)



 

Progetti (Idee in movimento...)


Sono on line le nuove proposte del progetto ‘Non bull-ARTI di me’ per gli studenti delle scuole medie!
Il gruppo informale No Hate Speech, grazie al finanziamento europeo del programma Gioventù in Azione e al supporto del Centro Studi Sereno Regis, ha elaborato le nuove proposte dirette agli istituti secondari di primo grado della città di Torino che vogliono attivarsi contro il Cyberbullismo. (continua)

Primo Piano


IRENEA...
Lavori in corso! Aggiornamenti in tempo (quasi) reale dal cantiere...
(continua)

Avviso urgente!
Cerchiamo numeri e/o annate complete di «Azione nonviolenta»: 1964; 1965; 1966; 1967; 1968. La persona di riferimento è Nanni Salio (oppure Cinzia Picchioni, il mercoledì mattina) rintracciabile telefonicamente al numero 011532824. Vi ringraziamo per la collaborazione.


Gli F-35 in Parlamento: la scelta sensata è la cancellazione
E’ iniziata alla Camera dei Deputati (dopo uno slittamento da una precedente calendarizzazione pre-estiva) la discussione su alcune mozioni riguardanti il programma di acquisto dei cacciabombardieri F-35.  (continua)


Convegno di studi “TU SEI MALEDETTA"

Venezia 20-21 settembre 2014
Uomini e donne contro la guerra: Italia, 1914-1918 (continua)


Facciamo insieme UN PASSO DI PACE!
Manifestazione Nazionale
Firenze, 21 settembre 2014
Piazzale Michelangelo – Ore 11:00 – 16:00

Basta guerre! Mai più vittime! Fermiamo le stragi di civili indifesi, a Gaza, in Palestina e Israele, in Siria, Iraq, Libia, Afghanistan, Ucraina, Congo… Per Libertà, Diritti, Dignità, Giustizia, Democrazia. Aderisci e partecipa! (continua)
 

Novità in Biblioteca


Commissione Europea, Eppure i bambini si muovono, Comunità Europea 2002, pp. 60, grande formato, foto a colori, s.p. (Recensione di Cinzia Picchioni)


Luis Sepúlveda, Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza, Guanda, Parma 2013, pp. 112, illustrato, € 10,00 (Recensione di Cristina Falchero)

Pillole di semplicità volontaria (a cura di Cinzia Picchioni)


Da quel giorno dovremmo stare immobili…
… altro che «Settimana europea della mobilità sostenibile»! Nel 1987 fu il 19 dicembre (ed era già grave perché l’anno non era ancora finito!), nel 2013 è stato il 20 agosto… sto parlando dell’Overshooting Day. (continua)
 

IPRI-Rete CCP


L’Europa della pace assediata da quattro guerre
di Luca Troiano

Nell’estate che va concludendosi, l’Europa ha commemorato il centenario dello scoppio della Grande Guerra e i settant’anni dello sbarco in Normandia assistendo al divampare di quattro guerre appena fuori dai suoi confini. (continua)


Un mondo arabo con la semplice pressione di un pulsante americano
di Lamis Andoni
Non vogliamo sottovalutare o diminuire il pericolo dello Stato islamico (IS) e dell'estremismo... (continua)

Agenda


16-25-30.09
SUPER 60 per sessantenni super!
ore 9.30 – 12.30, sala Poli
Tre incontri promozionali gratuiti, dedicati specialmente a chi ha compiuto i 60 anni di età, per valorizzarne la dignità, l’esperienza, le competenze, le capacità relazionali e favorire l’incontro e la condivisione in modi creativi... (continua)


venerdì 19.09
Convegno – Lavoro-Bici-Sicuri
ore 9,45,
 sala Magosso

La copertura assicurativa negli spostamenti casa lavoro in bicicletta.  In diretta streaming dall’Università degli Studi Roma TRE. (continua)


24-26.09
Vrajamandal, viaggio verso l’universo dell’anima
sala Poli
Fotoreportage di Javier Scordato nella terra di Radha e Krishna. Presentazione del racconto visivo di un’esperienza fuori dal comune, fatta da un comune viandante nel luogo più sacro e straordinario dell’India. (continua)


giovedi 25.09
Sovranità alimentare e agroecologia per la pace, la giustizia alimentare e il diritto al cibo
ore 17.30
– sala Gandhi

Introduce Giorgio Cingolani. I temi relativi al cibo sono all’ordine del giorno non solo per il ricorrente e ogni volta più grave problema della fame nel Sud del mondo e della cattiva nutrizione nello stesso Nord industrializzato ma anche perché sono previsti in Italia due eventi internazionali, Terra Madre e EXPO 2015 dedicati al tema del cibo. (continua)


dal 29.09 al 20.10
Il mondo dentro, il mondo fuori. Cinema e disabilità
ore 20.30, sala Poli
Una breve rassegna di cinema e teatro per riflettere insieme sulla visione della disabilità nelle varie società.  (continua)


martedì 30.09
Spiritualità e Agroecologia a Toribio: come il popolo Nasa resiste alla violenza in Colombia
ore 18.00, sala Gandhi

Intervengono Elicerio Vitonas Talaga e Diego Fernando Yatacue Ortega. (continua)


3-4.10
CONVEGNO – 100 anni di guerra 100 anni di pace
sala Poli

In occasione di questa ricorrenza proponiamo al pubblico di ripercorrere questi cento anni mettendo in luce e valorizzando iniziative ed eventi che testimoniano la presenza di forme di opposizione alle guerre – dalle forme di resistenza nonviolenta messe in atto dai popoli alle iniziative concrete di azione nonviolenta per la costruzione della pace. (continua)



2015-2016
Master Biennale in Psicopatologia Gestaltica e Fenomenologica
sala Poli
L’intento è di offrire la ricchezza di questi orizzonti di comprensione della sofferenza e della cura a quanti già formati alla psicoterapia o psichiatria che vogliano ampliare le proprie competenze psicopatologiche e cliniche. (continua)

Sarajevo mon amour
Racconti, incontri ed emozioni


La fucina dei terroristi
di Andrea Rossini
All'inizio di settembre, la polizia bosniaca ha arrestato 16 persone accusate di far parte di una rete volta a finanziare e organizzare l'invio di militanti islamici in Siria e Iraq. (continua)


Aleksandar Hemon, oltre Sarajevo il Sogno americano
di Tommaso Pincio
Crescere è un po’ smarrirsi. Ma naturalmente preferiamo credere il contrario. (continua)

Rassegna stampa (a cura della redazione)


Jeremy Brecher: “Non violenza e disobbedienza civile, solo così salveremo il pianeta”
di Lorenzo Vendemiale
Una nuova, grande “rivoluzione della nonviolenza” in difesa della Terra ed in particolare del clima globale. La proposta viene da Jeremy Brecher, scrittore e storico americano, molto attivo e conosciuto negli Stati Uniti per le sue “crociate” ambientaliste. Che fin qui, però, non hanno raggiunto i risultati sperati, a causa dei troppi interessi economici che coinvolgono governi e multinazionali. È tempo, allora, di radicalizzare la lotta, portandola sui binari della “disobbedienza civile”. E di “massificarla”, riunendo in un unico fronte tutti i movimenti, anche di natura diversa, che possono avere a cuore la preservazione del pianeta. (continua)


Anche Condorcet voleva una camera sola, ma…
Gianni Saporetti intervista Nadia Urbinati
La tendenza maggioritarista a rafforzare enormemente il potere esecutivo, omogeneizzando a esso tutti gli altri poteri, sostenuta da una demagogia che taccia di conservatorismo ogni critica; un metodo, quello dell’esecutivo, della politica ordinaria che riforma la costituzione, del tutto inaccettabile; una democrazia plebiscitaria dove la Camera dovrà ratificare le scelte di un leader che ha un rapporto diretto con un elettorato ridotto a puro spettatore. (continua)


Soccorsi "privati" in mare, in due settimane salvati oltre 1.500 migranti
Fonte: Redattore Sociale
Oltre 1.500 migranti soccorsi in sole due settimane di attività. È il primo bilancio del Moas (Migrant Offshore Aid Station), la prima operazione di soccorso di migranti in difficoltà nel Mediterraneo finanziata da privati partita dall’isola di Malta grazie all’impegno della famiglia Catrambone, una coppia di imprenditori italo-americana che ha deciso di dare il proprio contributo alle operazioni di salvataggio dei migranti in mare mettendo a disposizione una propria imbarcazione, la Phoenix I, con a bordo volontari, tecnici e attrezzature per soccorrere le barche in difficoltà. (continua)


Ferguson a Napoli
di Adriano Chiarelli
Una sola notazione. Il Rione Traiano non è esattamente il quartiere Parioli a Roma. Molti legittimamente si chiedono: dov’è quella gente quando a uccidere è la camorra? Dipende. Molti sono conniventi, molti sono omertosi, la maggior parte ha paura. Siamo a Napoli, non a Cortina, e il Rione Traiano è un ghetto che fa impallidire Scampia. Quando il popolo del Rione Traiano afferma che lo stato è assente, lo è davvero, perché è stato sostituito dalla camorra, sia socialmente che economicamente. Il senso di abbandono è totale, la penetrazione della mentalità delinquenziale è ormai completata per generazioni. (continua)


Nessun patto con me
di Rosaria Gasparro
Non è scritto nella buona scuola – che mi auguro non venga – ma si capisce. Che il merito di un insegnante non sarà il suo ‘vedere’ i bambini così come sono, nel creare tante relazioni d’amore e di conoscenza, di opportunità per ognuno secondo il proprio bisogno, nella preparazione solitaria di percorsi e attività, nello studio scrupoloso senza nessuno che ti veda, nell’acquisto a proprie spese di materiali e sussidi, dalle fotocopie al sapone per le mani, dai libri e i quaderni alla colazione per chi non li porta. (continua)


Base missilistica e campo prigionia: Murgia teatro di una guerra nascosta
di Katia Moro
La sperduta e isolata Murgia, che da sempre immaginiamo calpestata unicamente da contadini e pastori transumanti, ha rappresentato un punto nevralgico nella nostra più recente storia, dalla seconda guerra mondiale alla guerra fredda. L’ex base missilistica atomico-nucleare di Altamura in località Murgia del Ceraso e l’ex campo di prigionia della Seconda Guerra Mondiale collocato sulla statale 96 presso Lama Sambuco, sono i due siti inattesi fattici scoprire da due guide che stanno lottando affinchè non si perdano le ultime tracce esistenti. (continua)


At-Tuwani, la fame di terra e la sete dell'assedio
Fonte: altreconomia
A ridosso del deserto del Negev e al limite della West Bank, nel Sud della Palestina, la vegetazione si fa più rada. Arbusti e boschetti lasciano il posto a sassi e cespugli, gli olivi si fanno sempre più bassi, come se fossero schiacciati da una gravità lunare, con i rami appesantiti da olive grandi e quasi mature.... (continua)


Palestina. L’acqua c’è, ma è inaccessibile
della delegazione SCI in Palestina
Sono quasi cinque mesi che non piove in West Bank. Ma non è per questo che nelle case e nei villaggi palestinesi non c’è acqua. Il problema è l’apartheid che trasforma l’accesso all’acqua da un diritto umano inalienabile a uno strumento di oppressione e ricatto. Per questo motivo sono diverse le realtà palestinesi che si occupano proprio di acqua: associazioni ambientaliste, ong, centri di studio. (continua)


#Water4Palestine, Welcome to Nabi Saleh
Fonte: SCI-Italia
La storia di questo villaggio potrebbe iniziare con un C'era un volta un villaggio chiamato Nabi Saleh. I suoi abitanti erano gente pacifica e felice, senza voler strafare tiravano avanti. Gli abitanti erano tutti imparentati tra loro, arrivati secoli fa su questa collina da una terra lontana, si chiamavano tutti Tamimi. La vita tra alti bassi, matrimoni e funerali, nuove nascite e dispiaceri, scorreva. (continua)


La Peste
di John Feffer
Nel suo romanzo La peste, Albert Camus descrive come arriva la morte in un brutto porto francese in Algeria. Per un’invasione di topi e delle pulci che portano addosso, la peste bubbonica discende sulla città a primavera e si intensifica durante la calda estate. Dopo un breve periodo di rifiuto, i residenti sono presi dal panico, poi sprofondano nello scoraggiamento e nell’alcolismo. Il porto viene messo in quarantena. Imperterriti davanti all’apatia della popolazione e al pericolo della rivelazione della malattia, un piccolo numero di individui coraggiosi si mobilita per combattere l’epidemia e infine respingere l’invasore. (continua)


Daniza voleva solo vivere
di Annamaria Manzoni*
Dal laboratorio alla vita quotidiana, il principio spesso entra in azione, ci condiziona e talvolta viene debitamente sfruttato da chi sa declinare le sue conoscenze in comportamenti. Non sappiamo se le autorità del Trentino siano ferrate in materia, ma di certo hanno fatto un uso sapiente di questo meccanismo nell’occuparsi dell’orsa Daniza, rea di avere difeso i suoi cuccioli da un cercatore di funghi… (continua)

Copyright © 2014 Centro Studi Sereno Regis, All rights reserved.
Email Marketing Powered by Mailchimp