Copy
La mia vita è il mio messaggio. (M. K. Gandhi)
Visualizza questa mail sul web
newsletter del
Centro Studi
Sereno Regis
Torino

riflessioni e approfondimenti

n. 32/2016
venerdì 16 settembre
Share
Tweet
Forward
+1
Share
Pin
Wallerstein su Sinistra e Destra Globali
di Johan Galtung
Wallerstein è impareggiabile. Nessun altro ha presentato una teoria tanto coerente di quello che lui chiama il sistema-mondiale moderno, a partire “dal lungo 16° secolo” fino ad oggi; principalmente capitalista. Durante questi quattro secoli ci sono alti e bassi. A Wallerstein sono molto familiari la teoria delle onde di Nikolai Kondratiev in economia...
Giornalismo di pace: che cosa Johan Galtung chiederebbe ai Talebani
Liam McLoughlin intervista Johan Galtung

Sebbene tra il 1970 e il 1990 il numero di morti per terrorismo in Europa occidentale sia stato maggiore di quello degli ultimi 25 anni, il numero complessivo di morti per atti di terrorismo è attualmente in crescita. Dall’invasione di Afghanistan e Iraq, il numero dei morti per questa causa si aggirava intorno ai 5000, ma è salito a 32.600 nel 2014, di cui l’80% in Afghanistan, Iraq, Pakistan, Siria e Nigeria.
Libia – Rete Disarmo e Rete Pace: non serve invio di forze militari ma visione ampia e ricostruzione democratica
La Rete Italiana per il Disarmo e la Rete della Pace esprimono  forte preoccupazione sulla decisione da parte del Governo Italiano di procedere ad un intervento di natura militare in Libia...
leggi tutto
Intrecci perversi: come reagire?
di Elena Camino

Profitti dai rifugiati. E’ stato da poco pubblicato un Report di Mark Ackerman dal titolo: “Guerre ai confini. I produttori di armi traggono profitti dalla tragedia dei rifugiati in Europa”. L’Autore mette in luce una situazione paradossale:..


 

leggi tutto
Le macerie della democrazia
di Manlio Dinucci

«Solo macerie, come se ci fosse stato un bombardamento», ha detto la presidente della Camera Boldrini visitando i luoghi terremotati. Parole su cui riflettere al di là dell’immagine.

 

leggi tutto
Non per protestare, ma per proteggere… Indiani in difesa delle loro terre
di Elena Camino
Sul quotidiano «Il Manifesto» del 14 settembre attirano l’attenzione un titolo e soprattutto una foto che presenta un accampamento dove le tradizionali tende indiane sono frammiste a roulottes, le auto ai cavalli...
 
leggi tutto
L’Islam oggi
di Johan Galtung
Guardando al Cristianesimo e a quasi un secolo di conflitti tra cristiani fondamentalisti e cristiani ritualisti, a loro volta in conflitto con la secolarità, tutto considerato può essere plausibile per l’Islam un medesimo procedere fondamentalismo
>ritualismo
>secolarità?
 

 
leggi tutto
Sognare ancora l’uguaglianza in India
di Devanuru Mahadeva

Era come un tizzone ardente e, quando parlò, il calore del suo discorso ci commosse. Era il professor Mariswamy Madaiah, nato indù, fra gli intoccabili, e morto buddista.
 
leggi tutto
Shatila Beach, Libano: voci dal campo [Parte I]
Shatila Beach, sono le 13, il sole è allo zenit. Si sente il rumore dell’acqua, ma non è il mare. Un giovane uomo ci guarda perplesso mentre cerca di riempire con una caraffa di plastica una grossa cisterna sul tetto di casa sua.


 
leggi tutto
Colombia. Nonostante gli accordi di pace gruppi paramilitari minacciano la popolazione civile
Il 6 settembre volontari italiani di Operazione Colomba, Corpo Nonviolento di Pace della Comunità Papa Giovanni XXIII, si sono recati nel villaggio di Arenas Altas in Colombia a seguito dell’allarme lanciato dagli abitanti dell’area per la presenza di un folto gruppo di paramilitari.
leggi tutto
Un’italiana e una catalana in Sri Lanka …racconto dell’esperienza di Job Shadowing
di Carla Alcoverro e Karen Sampò

Dopo alcune settimane in Sri Lanka abbiamo notato quanto sia difficile prendere posizione in un conflitto che non ci appartiene.
leggi tutto

Nuovi libri in biblioteca

Pillole di semplicità volontaria

Usato, usato, e ancora usato

Sì, va bene, io non compro da anni scarpe/vestiti nuovi perché non trovo mai niente che mi piaccia nella “nuova” produzione di articoli d’abbigliamento. Ma poi, mi rendo anche conto che siamo pieni di cose! Tutti, ovunque, in casa e nei luoghi di lavoro, gli ambienti esplodono di oggetti (molti dei quali inutili). E me ne accorgo – me ne sono accorta – ad ogni trasloco, in cui mi riprometto (un po’ tutti ci ripromettiamo) di non voler più altre cose, dopo averle imballate, sollevate, stipate in costosi furgoni e trasportate per chilometri (o per pochi metri, non importa). (leggi tutto)

SerenoRegisTV

Islam, scontro di civiltà? Un'altra narrazione possibile

Islam, scontro di civiltà? Un'altra narrazione possibile

Rassegna stampa

La Primavera Araba ci ha dato un allettante barlume di rivoluzione politica. Quando si avvereranno i nostri sogni?
dii Vijay Prashad

Le ribellioni popolari riflettono i desideri di un popolo, ma il popolo stesso non è sempre capace di vittoria. Se la struttura dell’ordine sociale in una particolare formazione viene indebolita dalla guerra o da sconvolgimenti economici, le ribellioni popolari potrebbero essere in grado di far progredire la storia. Anche in questo caso, dimostrano che, a meno che non ci sia una forza organizzata pronta a cogliere l’attimo, il movimento della storia può andare avanti a fatica. (leggi tutto)


Modello israeliano e terrorismo islamico
di Zvi Shuldiner


“Terrorismo islamico”: in generale le analisi, le notizie e le discussioni sul difficile periodo che stiamo vivendo, con atti di terrorismo che uccidono tanti innocenti, ricorrono a questa definizione, diffusa e accettata. Si impone una riflessione sul significato. Il 2 agosto 1980 a Bologna 85 persone morirono in un feroce attentato i cui mandanti sono tuttora ignoti. Due anni prima a Roma era stato assassinato Aldo Moro. (leggi tutto)
Due donne elette al Consiglio Legislativo Palestinese (Foto: Reuters/Loay Abu Haykel)PALESTINA. Elezioni, donne candidate senza nomi né volti
di Michele Giorgio

Per chi andrà alle urne l’8 ottobre non sarà facile dare il voto a tante donne palestinesi candidate per il rinnovo dei consigli municipali in Cisgiordania e a Gaza. A meno che non intervenga la Commissione elettorale per mettere fine allo scempio che sta avvenendo.  (leggi tutto)


Sette giorni all'inferno: diario di un finto rifugiato nel ghetto di Stato
di Fabrizio Gatti


La quinta notte apro la porta sull’inferno. Dal buio dello stanzone esce un alito di aria intensa e arroventata che impasta la gola. Si accende un lumino e rischiara una distesa di decine di persone, ammassate come stracci su tranci di gommapiuma. Niente lenzuola, a volte solo un asciugamano fradicio di sudore sotto le coperte di lana. (leggi tutto)
Le altre case di Bologna: l’emergenza abitativa non è una fiaba per bambiniLe altre case di Bologna: l’emergenza abitativa non è una fiaba per bambini
di Sara Del Dot, Stefania Pianu, Sara Stradiotti

Ci fa sorridere ogni volta pensare al fatto che tutto è cominciato da un video di presentazione troppo giallo e tante domande fatte a caso sperando di fare centro. Ancora di più, fa sorridere come per noi sia diventata un’attività quasi quotidiana uscire di casa, prendere la macchina, l’autobus, la bicicletta per riprendere, fotografare o solo contemplare in silenzio case. (leggi tutto)


Beevor, la storia in guerra
di Alessandro Zaccuri

Anche la guerra non è più quella di una volta, eppure c’è qualcosa che non cambia. «È la tendenza a disumanizzare il nemico», spiega lo storico inglese Antony Beevor, che al Festivaletteratura di Mantova su questo tema (“Com’è cambiata la guerra: dalla Seconda guerra mondiale al-l’Isis”, Teatro Ariston, ore 18.15) domani parlerà di uno dei suoi modelli, lo scrittore russo Vasilij Grossman, al quale si deve il capolavoro Vita e destino... (leggi tutto)
Il Myanmar ritrova l'orchestra nazionale
di Chiara Bertoglio

Prima che Aung San Suu Kyi ne diventasse l’immagine internazionale, la Birmania (o Myanmar) era un Paese davvero poco conosciuto, in Italia: forse il suo momento di maggior notorietà era legato a un bellissimo film del 1956, L’arpa birmana. Con infinita poesia, il film narrava della scelta di vita di Mizushima, un giovane soldato giapponese, che si assume il compito di seppellire le vittime della guerra anche se ciò implicherà separarsi per sempre dai suoi amici, che saluterà intonando, con la sua arpa, il “canto dell’addio”. (leggi tutto)
ambiente italia beppe roveraL’Italia è senza ambiente
di Sergio Ferraris

E due. Ora, dopo Luca Mercalli, tocca a Beppe Rovera e l’Italia non ha più Ambiente. Ambiente Italia. La storica trasmissione che si occupava d’Ambiente in prima battuta, con servizi realizzati autonomamente ora non c’è più. Cancellata dai palinsesti Rai.Ne ha dato l’annuncio ufficiale il conduttore Beppe Rovera, oggi (sabato 10 settembre 2016) con un post su Facebook che afferma:... (leggi tutto)

In lingua originale

September 11, 2001: Diagnosis, Prognosis, Therapy
By Johan Galtung

Today is September 11, 2016. The TRANSCEND Reaction to 9/11/2001.
Diagnosis. Politics, like communication is seen in terms of who does what to whom, how-when-where, and why. The what-how-when-where of the September 11 attack in New York and Washington is clear; the problems are who and why. But why is at least clear up to a certain point. (read more)


Seamus and Madeline Movements need imagination, which is why I’m not buying my kids any more toys
By Frida Berrigan

“Mine!”
“No. It’s mine!!”
They keep this “conversation” going for a while before there is a screech and a wail. “Figure out a way to share it,” I call from the other room. “Madeline,” says four-year-old Seamus, who puts on a very reasonable and emphatic voice with his two-year-old sister. “I want you to share that with me now.” “No!” (read more)


obama-war-iraq-syria-isis-islamic-state-isOur Post-September 11 Fifteen Years’ War
By Tom Engelhardt

On the morning of September 11, 2001, al-Qaeda launched its four-plane air force against the United States. On board were its precision weapons: 19 suicidal hijackers. One of those planes, thanks to the resistance of its passengers, crashed in a Pennsylvania field.  The other three hit their targets — the two towers of the World Trade Center in New York City and the Pentagon in Washington, D.C. — with the kind of “precision” we now associate with the laser-guided weaponry of the U.S. Air Force. (read more)


Children at the Pikpa refugee camp on the Greek island of LesbosNearly half of all refugees are children, says Unicef
By Kate Hodal

Children now make up more than half of the world’s refugees, according to a Unicef report, despite the fact they account for less than a third of the global population. Just two countries – Syria and Afghanistan – comprise half of all child refugees under protection by the United Nations High Commissioner for Refugees (UNHCR), while roughly three-quarters of the world’s child refugees come from just 10 countries. (read more)
Monsanto and the Poisonous Cartel of GMOs in India
By Dr. Vandana Shiva

India is steeped in a synthesized controversy created by Monsanto on the first GMO crop supposedly approved for commercialization. Engaged in litigation on many fronts, Monsanto is trying to subvert India's patent laws: Protection of Plant Variety and Farmers Right Act, Essential Commodities Act and Competition Act. It is behaving as if there is no Parliament, no democracy, no sovereign laws in India to which it is subject. Or it simply doesn't have any regard for them. (read more)

Copyright © 2016 Centro Studi Sereno Regis, All rights reserved.


Want to change how you receive these emails?
You can update your preferences or unsubscribe from this list

Email Marketing Powered by Mailchimp