Copy

Da chi dipende la produttività?

Dal palco del Meeting di CL il Ministro Padoan ha dato un giudizio non fraintendibile: la produttività dipende dagli imprenditori e dall'ambiente che sanno creare. Ti chiediamo un parere in merito.
Buon pomeriggio <<First Name>>

Probabilmente sarai a conoscenza che dal mese di gennaio FiordiRisorse ha registrato una testata giornalistica che tratta i temi del lavoro, del management e delle libere professioni. Si chiama SenzaFiltro.

Il prossimo numero che sarà on line mercoledì prossimo, avrà come tema "la produttività". 

Ti stiamo contattando all'interno di un gruppo di top manager della nostra Community, per chiederti un parere in merito all'intervento del Ministro Padoan al Meeting di CL della scorsa estate, di cui qui di seguito troverai un breve estratto. Lunedi aggregheremo tutti i dati e li invieremo alla Segreteria del Ministro, a conferma o meno di quanto da lui dichiarato. 

Ti chiedo se puoi darci un tuo parere in merito rispondendo alle 7 domande che troverai cliccando sul pulsante di apertura email in fondo a questo testo.
 
Estratto dell'intervento del ministro dell'economia Pier Carlo Padoan al Meeting di CL del 26/08/2015
 
"La produttività è una cosa un po' strana, si misura spesso in un modo non chiaramente osservabile. Però può essere interpretata in vari modi. Dire che un Paese è un Paese a bassa produttività – ed è vero che l'Italia lo è se si guarda soprattutto ai dati aggregati – quasi meccanicamente porta con sé un giudizio mi verrebbe da dire etico:  un paese a bassa produttività è un paese di fannulloni, un paese in cui la gente non lavora, in cui imbroglia... paradossalmente è esattamente vero il contrario! In Italia, e questo si può andare a vedere scavando nei dati, la produttività è lo sforzo, il risultato che viene dallo sforzo, del lavoro è spesso basso non perché gli italiani – a qualunque tipo di mestiere si applichi questo ragionamento – lavorano poco. Ma perché lo fanno in un ambiente e in un contesto d'impresa a volte insufficiente. Ecco perché ci vogliono le riforme, per rendere più facile la vita di chi si impegna a produrre. L'aumento di produttività è il risultato ad esempio  di più investimenti, di più innovazione, di miglior capitale umano. E qui torno ad insistere su questa questione: l'Italia – come altri paesi europei è una società che invecchia dal punto di vista demografico in cui il peso delle generazioni in avanti con gli anni è preponderante rispetto alle parti più giovani della società (e da questo punto di vista l'immigrazione è un potente elemento positivo). In una società del genere come si cresce? Si cresce con più produttività attraverso più investimenti e più innovazione. Ma l'innovazione che cos'è? E' utilizzare in modo diverso e nuovo conoscenza che già si ha e produrre nuova conoscenza. E io qui dico una cosa che sicuramente il presidente del consiglio dice continuamente: c'è un enorme ricchezza di conoscenza passata e di conoscenza potenziale futura che questo paese ha. Se la mobilitiamo nel modo giusto la produttività aumenta, la crescita aumenta e il benessere aumenta. Dunque da dove bisogna partire? Dal fatto che - e questo lo dico dal punto di vista del governo – che bisogna mettere questo enorme potenziale di conoscenza nelle migliori condizioni di operare. Ecco perché il grande sforzo è quello di migliorare l'ambiente, di introdurre le riforme, di cambiare la vita di tutti i giorni dalla pubblica amministrazione alla giustizia alle relazioni industriali alla scuola. Perché con un ambiente più favorevole, con strumenti più efficaci e più flessibili d'investimento l'enorme sforzo di attività che ciascun individuo pone nella sua attività in questo paese verrebbe moltiplicato in termini di risultati"
 
Cliccando sul bottone qui sotto si aprirà automaticamente la tua mail, predisposta con le domande a cui rispondere.
Che ne pensi ?
Ti ringrazio per la disponibilità e per il tempo dedicato.
Osvaldo Danzi
Ideazione e Sviluppo Progetto FiordiRisorse
Editore di SenzaFiltro

Via di Bellariva 12
50122 Firenze
mob.: 3281953555

osvaldo.d@fiordirisorse.eu